Monteriggioni

Monteriggioni

A pochissimi chilometri da Castellina in Chianti, sulla strada per Siena, dunque davvero poco distante dalla Capanna delle Cozzole, Monteriggioni è una tappa obbligatoria per chi visita il Chianti.

Monteriggioni: una porta per il medioevo

Arrivare a Monteriggioni è un po’ come entrare in un’altra epoca.

Il borgo, medievale, è infatti perfettamente conservato e ristrutturato e i richiami al passato sono forti ed evidenti.

Monteriggioni conserva ancora oggi gran parte delle strutture del XIII secolo.

La cinta muraria di Monteriggioni è in pietra, e abbraccia la sommità di una collina per circa 570 metri.

Esternamente alla conta muraria vi sono quattordici torri a pianta rettangolare, mentre una quindicesima è addossata alla cortina interna.

Imponenti ancora oggi, le torri lo erano sicuramente anche nel medioevo visto che lo stesso Dante nel parlava proponendo una famosa similitudine con i Giganti collocati nell’Inferno:

“[…] però che, come su la cerchia tonda / Monteriggion di torri si corona, / così la proda che ‘l pozzo circonda / torreggiavan di mezza persona / li orribil giganti […]” (Inf., XXXI, vv. 40-44).

Cosa fare a Monteriggioni

Una passeggiata e una visita al borgo, una sosta in uno dei locali e delle trattorie tipiche per una merenda accompagnata da un calce di Chianti, sono praticamente d’obbligo quando si arriva a Monteriggioni.

La festa medievale di Monteriggioni

Se avete la fortuna di passere qualche giorno nel Chianti in Luglio, potrete partecipare alla Festa medievale di Monteriggioni.

Per circa 10 giorni il borgo ritorna al medioevo, con eventi dedicati, costumi tipici del periodo storico, cene medievali e tanto altro.

La festa medievale di Monteriggioni

Call Now Button